------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Madeinfinlandia 
curated by Luca Pancrazzi, Claudio Maccari, Elena El Asmar and Loris Cecchini 
Pieve a Presciano (AR)

MADEINFILANDIA è un progetto di micro residenza artistica che ha luogo presso la Filanda di Pieve a Presciano (AR), un esempio di archeologia industriale del XIX secolo, e che vede tra i suoi fondatori Luca Pancrazzi, Claudio Maccari, Elena El Asmar e Loris Cecchini. 

È UN LUOGO INVENTATO DA ARTISTI PER COSTRUIRE OCCASIONI DI APPROFONDIMENTO DIRETTO DELL’ARTE E DI LORO STESSI.

 

Dal 4 al 6 ottobre 2013 avrà luogo la quarta edizione della convivenza tra artisti, con nuovi invitati e nuovi progetti specificatamente pensati in relazione agli spazi, agli orizzonti e all’esperienza di condivisione. Tre giorni aperti al pubblico in cui si potranno apprezzare letture, performance, incontri, banchetti, oltre all’abituale percorso tra lavori e installazioni permanenti ed effimeri.

 

La prima edizione di Madeinfilandia ha avuto luogo nell’ottobre 2010 e da quel momento si sono susseguiti vari appuntamenti, anche fuori dalla Filanda, oltre, naturalmente, alla seconda e terza edizione dell’ottobre 2011 e 2012. 

Convivenza e convivialità, luogo di ristoro, festa dell’arte, del fare e del pensiero, di scambi e di storie, Madeinfilandia è, principalmente, un progetto autofinanziato e sostenuto dalla generosità degli artisti e degli amici che vi partecipano, garantendone così la completa autonomia. 

Gli artisti invitati appartengono spesso a differenti generazioni e contesti. Approdano in Filanda per un incontro, anche casuale, là dove s’intravede una possibile e comune modalità, del dirsi e del dare, nel rispetto umano e intellettuale, in totale assenza di committenza o di curatore: la libertà e il confronto sono di sicuro gli elementi determinanti.

 

Il progetto Madeinfilandia è la prova che i luoghi d’arte possono esistere indipendentemente dai luoghi deputati, dalle geografie forti e dalle dinamiche del potere curatoriale. Il tema è “made in Filandia”, gli artisti lavorano costruendo nuovi paradigmi legati alla generosità e alla costituzione di regole di gioco, per godere appieno della libertà disponibile.

 

Le opere che si articolano all’interno e all’esterno della ex fabbrica sono il risultato di una residenza volta a stabilire una nuova condivisione dello spazio, per riflettere sul concetto di lettura e pratica dell’arte.

 

L’archeologia industriale dell’edificio, ospitata a sua volta perfettamente dal paesaggio e dalla storia del luogo che ha contribuito ad arricchire, indica la possibilità di intrattenere progetti inseriti con autorità in contesti protetti o da proteggere senza per questo rischiare rigetti organici.

 

Così, la Filanda, da luogo geografico identificato sulle mappe catastali italiane, si costituisce Stato di Filandia e ospita questa speciale popolazione che elabora e collabora, dando adito ad una nuova identità generata, a sua volta, dalle identità che vi partecipano. 

Saranno ospiti, quest’anno, gli artisti: 

 

Adalberto Abbate, Bruno Baltzer, Leonora Bisagno, Vincenzo Cabiati, Tiziano Campi, David Casini, T-Yong Chung, Gaetano Cunsolo, Marta Dell’Angelo, Oliver Geils, Francesco Lauretta, Claudia Losi, Luigi Presicce, Pierluigi Pusole, Virginia Zanetti, Stefania Zocco.

Si vedrà inoltre la partecipazione, con progetti speciali e performance, di Michelangelo Consani, Loredana Longo, Concetta Modica, Oh Petroleum, Vera Pravda, Sophie Usunier, Eugenia Vanni.

Installation view E arrivarono...

Installation view E arrivarono...

Installation view E arrivarono... video project

Installation view E arrivarono... video project