TUTT'APPOSTO ?

with Mika Rottemberg

curated by Silvia Bignami and Francesca Pasini

Medialibrary Santa Teresa Milano

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Faccia a Faccia e’ un’ opera nata dall’incontro tra un luogo  e un idea.

Nel lavoro i soggetti sono invitati a partecipare in coppia con un loro sosia al gioco infantile del primo che ride guardandosi negli occhi. Le riprese, primi piani dei volti, vengono poi inserite nei monitors componendo un ritratto corale di soggetti e di espressioni, apparentemente immobili, che attraverso tensioni e somiglianze si libereranno con ritmi diversi, nell’esplosione della risata finale. Lo spettatore movendosi all’interno dello spazio diventa  parte dell’opera, in uno spazio inconsueto per un istallazione video, dove il gioco diventa il pretesto di un linguaggio comune ed universale. TUTT’APPOSTO? sottintende il niente in ordine rappresentati dalla scena iniziale che mi si è presentata la prima volta entrando nello spazio pubblico della Mediateca di Santa Teresa. L’immagine della sala centrale era intoccabile sembrava un lavoro “autoprodotto”  e l’idea  era di creare una sorta di trasposizione degli utenti nella parte inferiore della chiesa, dove vengono attualmente tenuti i monitors di riserva.

Gli utenti di questo posto sono stranieri di diverse nazionalità, professori, ricercatori e gente comune, che usufruiscono di attacco internet gratuito, documentazione pubblica dell’archivio RAI, e archivio di film rari e documentari, tutto sotto le spoglie dell’architettura di una chiesa sconsacrata del 1720.

Nella sala centrale sulla parete maestra mi sono immaginata come un affresco il lavoro video di Mika Rottenberg Chasing Waterfalls: The Rise and Fall of the Amazing Sutherland Sisters, nella parte adiacente, per chiudere una specie di navata laterale, il dipinto La pecadora fissato dal pavimento verso l’alto e dal quale  è possibile, attraverso una vetrata simile a quelle archeologiche, intravedere i faccia a faccia degli utenti nella parte inferiore.

 

M.D.

La pecadora, oil on canvas, 160x 320cm, 2007, installation view

La pecadora, oil on canvas, 160x 320cm, 2007

Faccia a Faccia, installation view

Faccia a Faccia, installation view

Mika Rottemberg, installation view

PLAN

 

Face to Face

 

 

In the public space (University/Media-Library/School/ect…) where users of every race and generation, will be invited to participate as subjects for Face to face project. They will be paired with those who have similar faces and play the game where you see who laughs first by looking at each other in the eyes. Videos of the subjects in close-up will be shown on all the screens creating a “choral” portrait of apparently motionless faces ending in explosions of laughter. Moving around the viewers will also become part of my installation where the game is a pretext for the universal language of laughter.

This work has different connections with different fields. One of them is a study by neurological researchers about the discovery of neuron mirror and an explanation of how and why we need to mirror each other. In a way, it’s like saying that we need others because our brain needs it and this also explains how through the neuron mirrors we expand our experience.

In the end, the place and the people, no matter where, give us a choral portrait that helps us measure our differences and, at the same time, our similarities: the barriers dissolved as we played.